Riconosci la violenza

Sostienici

A chi ci rivolgiamo

A chi ci rivolgiamo

Ci rivolgiamo alle donne che hanno subito violenza domestica, stalking e/o abuso sessuale

Con chi interagiamo

Con chi interagiamo

Interagiamo con la Rete istituzionale del territorio, con le strutture del Terzo Settore, con i Centri antiviolenza della rete nazionale D.I.R.E

Numeri utili

logo telefono

031 30 45 85

800 166 656

333 3908 955

PER LA TUA SICUREZZA SCARICA SUL TUO CELLULARE LE APPLICAZIONI

Logo di 112 Where are you

Logo di 1522 Antiviolenza e Stalking

Potrai averle così a portata di mano in caso di pericolo.

AVVISO IMPORTANTE

Anche in questo periodo di grande emergenza sanitaria per tutto il paese Telefono Donna, non lascia sole le donne che sono vittime di violenza di genere!

Il nostro sportello telefonico continua la sua attività nei seguenti orari di apertura:

GiornoOrario
Lunedì 10:00 - 16:00
Martedì 09:00 - 14:00
Mercoledì 13:00 - 18:00
Giovedì 09:00 - 14:00
Venerdì 13:00 - 18:00

Dona

Cinque per mille

Nella tua dichiarazione dei redditi puoi destinare il 5 per mille dell’imposizione fiscale personale a sostegno della nostra associazione.

Questo è il nostro codice fiscale:
95042880138

Sostieni l'associazione
Telefono Donna Como

Se vuoi sostenere l’associazione puoi versare un contributo a: Associazione Telefono Donna Como

IBAN:
IT79C0832910900000000302326
c/o BCC Via Rubini, 3 Como

HAI BISOGNO DI AIUTO?

Se subisci molestie, maltrattamenti e abusi in famiglia o in altri contesti e vuoi intraprendere un cammino di uscita dalla violenza, possiamo aiutarti. Ricorda, non sei sola!

La violenza nei confronti delle donne si può manifestare in vari modi, che possono presentarsi tutti assieme o in modo isolato, fine comune di questa è il controllo sulla donna.

  • Violenza psicologica: un insieme di atti, parole o sevizie morali, minacce e intimidazioni utilizzati come strumento di costrizione e di oppressione. Lui ti minaccia, ti critica costantemente, ti insulta, ti sminuisce...
  • Violenza fisica: l'impiego della violenza fisica o della minaccia dell'uso di questa. Spintoni, pugni, strattonamenti, schiaffi...
  • Violenza sessuale: questo tipo di violenza comprende ogni forma di coinvolgimento in attività sessuali senza il tuo consenso.
  • Violenza economica: ogni forma di controllo sulle finanze economiche, che ti impedisce di poter usufruire liberamente dei tuoi risparmi o di trovare un lavoro.
  • Violenza assistita: è una forma di violenza indiretta nei confronti di minori, che si verifica in presenza di violenza domestica.
  • Stalking: sono comportamenti persecutori, continuativi nel tempo, che incutono nella donna timore per sé e per le persone a lei care (pedinamenti, controlli continui, telefonate, messaggi (anche whatsapp) incessanti...)

RICONOSCI LA VIOLENZA

Se non sei sicura di essere vittima di abusi o di essere in pericolo, prova a compilare il questionario seguente link:. I.S.A.

VUOI AIUTARE UNA PERSONA A TE CARA?

In una situazione di maltrattamento spesso è difficile per la vittima parlarne o chiedere aiuto. Se sei un amico o un parente di una donna che sta subendo violenza o che temi la stia subendo, parla con lei, ascoltala senza alcun pregiudizio, diventa la sua spalla amica.

Se sei una madre, un padre, un fratello, una sorella, un’amica, con il tuo sostegno puoi aiutarla a prendere consapevolezza della sua situazione e a scegliere di chiedere aiuto.

Se hai bisogno di aiuto per una donna a te cara, contattaci, insieme possiamo aiutarla a ritrovare se stessa.

Click here for information
  • Cambiare con la moda

    Progetto con gli studenti

    Può un capo d’abbigliamento trasmettere un messaggio di non violenza?

    Siamo convinte che la moda abbia una forte influenza comunicativa e possa farsi interprete di cambiamenti sociali e posizioni definite, diventando mezzo di denuncia e incisivo manifesto di cambiamento. Abbiamo perciò affidato agli studenti degli Istituti comaschi ad indirizzo tessile-moda il difficile compito di creare un prodotto moda in grado di veicolare un messaggio contro la violenza nei confronti delle donne, orientato verso una moda ecosostenibile e rispettosa dell’ambiente.

    E sono proprio loro i veri protagonisti del progetto Cambiare con la moda! Le ragazzi e i ragazzi hanno colto in pieno i messaggi che il progetto racchiude:
    dire basta agli stereotipi di genere: ogni persona non deve essere giudicata per l’abito che indossa, perché anche il giudizio è, in qualche modo, una forma di violenza».
    parlare di rinascita delle donne che hanno subito violenza, ripartendo dall'amore per se stesse, per i propri figli e per la vita per riscoprire, dopo un tempo buio, la bellezza di essere vive e libere.

    Come non condividere le parole di una giovane studentessa?: vogliamo far capire che si può ricominciare, che parlare dei propri problemi e chiedere aiuto quando si è in difficoltà non è mai sintomo di debolezza, a qualunque età, perché è possibile essere di nuovo felici e fare della propria vita qualcosa di bellissimo»

    Accanto agli studenti prezioso è il contributo e la collaborazione che stanno dando le aziende tessile del comasco Achille Pinto, Ratti, Tessitura A.M. Taborelli, Tessitura Attilio Bottinelli e l’Associazione SOROPTIMIST CLUB COMO, partner del progetto.

    Cambiare con la moda - La Provincia 2 Marzo 2021 (Inserto Diogene)

Ultime news

T-Shirt artistiche

31 Mar 2021

" Se dico donna.." progetto  dei giovani artisti del Liceo "Fausto Melotti" di Cantù

A pochi giorni dalla Festa della Donna  il Liceo Artistico di Cantù   ci ha regalato queste T-Shirt dagli originali disegni  realizzati dai liceali.  

Disponibili su offerta, rinvolgendosi alla nostra Segreteria:

Info 031 304585,  mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

PROCESSO ALLE PAROLE

La violenza del linguaggio nella narrazione sulle donne

27 Mar 2021

Sabato 27 marzo 2021 alle ore 20:45 NON UNA DI MENO - COMO organizza il webinar Processo alle parole. Telefono Donna Como è una delle associazioni promotrici dell'evento.

Interventi: Barbara Bonomi Romagnoli (giornalista esperta di studi di genere e femminismi) , Giuliana Sgrena (giornalista, autrice del testo Manifesto per la verità), Daniella Vassallo  (Presidente Associazione Donne Giuriste Italiane di Como) e Zoe Vicentini (Non Una di Meno, Firenze)

Raccontare la libertà delle donne in 2 minuti

Video contest lanciato da Donne in Rete contro la violenza D.i.RE

13 Mar 2021

Donne in Rete contro la violenza ha bandito il concorso  “Io posso”, riservato a giovani tra i 18 e i 30 anni, invitati/e a creare un corto della durata di 2 minuti per esplorare come “Uscire dalla violenza. Il potere di generare libertà per sé, per tutte e tutti”.

 
 
Il termine di iscrizione e consegna del video, previsto inzialmente entro e non oltre le ore 24.00 del 31 marzo 2021 E' STATO PROROGATO  al 18 aprile 2021, per venire incontro ai ritardi che le restrizioni anti-Covid possono causare in una produzione video

Manifesto Women's coalition Turkey

24 Mar 2021

#IstanbulSozlesmesiBizim #IstanbulSozlesmesiYasatır,  

SOLIDARIETA' ALLE DONNE TURCHE

La Turchia, primo Paese a ratificare la Convenzione di Istanbul nel 2011, con decreto presidenziale ha deciso di recedere dalla convenzione, che obbliga i Governi ad adottare una legislazione che contrasta la violenza di genere.

“Non potete cancellare in una notte anni di nostre lotte. Ritira la decisione, applica la Convenzione" è lo slogan intonato dalle dimostranti.
Ricordiamo che la violenza contro le donne è una questione universale e politica e riguarda tutti gli Stati!